18mq

HO VISTO IL FONDO

Ieri sera sono stato veramente male. Quel male che è fuori e dentro.
La giornata lavorativa è stata intensa e quando sono tornato a casa, la famiglia mi ha risucchiato.
Ho perso il ritmo, tutto corre più veloce di me. Non riesco a stare dietro la mia vita. I giorni passano e l’angoscia aumento.
Sto male. Non riesco a fare 10 gradini senza dovermi fermare per riprendere fiato e per i colpi di tosse. Tutti i sapori e gli odori sono alterati. La carne cotta, il soffritto e anche il prosciutto cotto hanno per me degli odori insopportabili. Entrare in cucina o sedermi a tavola sono una vera e propria sofferenza.
A tutti dico che va bene e che è tutto ok, ma non è così. Non mi riconosco più, non trovo più dentro di me le energie. Mi sveglio alla mattina senza stimoli, li cerco, penso e ripenso ma non c’è niente che mi accenda dentro.
I bambini sono bellissimi e meravigliosi, sono la cosa più bella che ho fatto e che mi ha dato la vita, ma non bastano più. Anzi in alcuni momenti assorbono le pochissime energie che ho.
Mia moglie mi è vicina ma anche lei è stufa della situazione che oramai dura da quasi due anni. Cerco il suo supporto ma dovrei essere io a darlo a lei.
Mi sento solo, vorrei parlare con qualcuno della mia situazione ma non c’è nessuno e anche se ci fosse non sono sicuro che avrei le energie per farlo.
Molte volte mi trovo da solo con mia moglie e le parole che ho in testa non escono, vorrei spiegarle, condividere tutti i miei disagi ma la bocca rimane chiusa e la testa scoppia.
Credo negli angeli e nelle loro energie, li sento vicino a me. Li prego tutti i giorni di darmi la forza per ritrovare il mio cammino. Ma mi sento ancora fermo e smarrito.
Vorrei uno stimolo per andare avanti e soprattutto non vorrei più il dubbio. Cento volte al giorno mi si presenta davanti l’ombra del dubbio.
Molto del mio malessere è dato da tutto lo schifo che ho fatto in ospedale e dal non prendere più il cortisone, ma la consapevolezza di questo non mi aiuta.
Forse dovrei riposare, cercare di recuperare le forze dormendo e stando a letto. Ma come si fa con due bambini che hanno bisogno di te. Il dubbio mi dice che non posso sprecare tempo e che devo fare tutto il possibile ma poi mi trovo senza energie e sto male.
Ieri sera non ho toccato il fondo, l’ho solo visto. Ho visto che è molto vicino.
Ho bisogno della scintilla per riaccendere la mia vita. Ho bisogno dei brividi delle cose nuove e delle nuove speranze. Ho bisogno di ricominciare a vivere pensando senza paura al domani.
Voglio la lucidità dei pensieri, la sicurezza delle mie decisioni. Voglio credere di essere nel giusto. Voglio la mia creatività, il mio ottimismo, il mio sognare sempre una vita migliore. Voglio la mia vita.

7 commenti su “HO VISTO IL FONDO

  1. perchè non butti un cambio in una borsa, sali in macchina e te ne vai? Dove non importa. Dappertutto. Anche se io ti consiglio la Camargue. Via da solo. Lontano da tutto anche dalle cose belle che hai nella vita. Credo che quello che ti serve è una settimana lontano da quello che sei in questo momento. Hai bisogno di osservarti da un altro punto di vista e, per farlo, devi essere solo. Senza distrazioni di alcun genere. Potrebbe sembrare egoismo ma se vuoi tornare energetico, positivo, propositivo, motivato devi ritrovare te stesso. Alessandro e basta. Non Ale&Yara o PapiAle o FrateAle. Solo tu con te stesso. Potrebbe anche fare paura ma, lo hai detto tu, confida negli Angeli.
    Si, parti senza lasciare il tuo recapito se non a Yara con l'ordine tassativo di non chiamare se non in caso di estremissima emergenza (tipo sbarco dei marziani a Lurisia o gravidanza di Kiki)tanto non c'è nulla per cui la tua presenza possa essere più utile che per te stesso.
    Ti Voglio Bene.

    Mi piace

  2. ..come vedi la data del mio post è molto significativa. Sia per il mondo che per noi. Io e Te. Ti ricordi?
    E' tutto il giorno che sto ascoltando gli special su quel giorno…e non posso che rivederti seduto in ufficio a Lurisia intento a cercare un volo di rientro più economico. Poi “Silvia…vieni a vedere…secondo me è una bufala…no, guarda…si è schiantato un altro aereo!!!!!!….chiamo Anthony…”

    Mi piace

  3. Forza, Ale! Noi siamo sempre con te, con i nostri pensieri positivi! Probabilmente questi momenti di bassa sono dovuti al fatto, come dici tu, che non prendi piú cortisone, oppure al fatto che devi recuperare le energie spese in vacanza e in tutti i giri avanti e indietro per sistemare la casa del mare (io mi sarei stancata molto prima!)….ricordati che sono comunque tutti momenti passeggeri….passano e poi ritorna il bello….e se hai voglia di parlare, sfogarti con qualcuno di diverso, chiamami! Baci Claudia

    Mi piace

  4. vuoi provare a dipingere con me? potresti tirare fuori tante cose che ti affollano la mente..è liberatorio, se ti va…ciao valentina

    Mi piace

  5. …l'avevo capto quando ti ho visto su alle terme, il sorriso tirato mentre mangiavi, il tentativo di parlare di niente con il dottore, lo sbocconcellare il cibo di malavoglia, gli occhi indecifrabili….non sai quanto vorrei esserti di aiuto, ma ovviamente non posso fare nulla se non cercare di inviarti tutti i miei pensieri positivi e pregare gli angeli insieme a te….sei un uomo con un enorme energia e uno spirito immensamente positivo…non dimenticarlo proprio ora ora che ne hai più bisogno…
    un abbraccio
    Miriam

    Mi piace

  6. ciao ale, è un casino che non ci sentiamo….capisco la situazione, a volte anche quando sei sano non hai voglia di parlare , di confidarti e nemmeno di ascoltare…Lascia un pochino tutto quello che hai li intorno, hai bisogno di sapere che sei libero e non schiavo ne di una azienda , ne delle persone e nemmeno delle situazioni.
    Situazioni delle quali sei stato l'artefice, che hai creato tu e che oggi a volte sovrastano il nostro momento incerto.
    non leggo spesso iltuo blog, ma vorrei sapere che il tuo programma di cure ha funzionato, e che sei ancora dentro ad un tunnel di cui pero vedi la luce..
    il riposo ti ci vuole.
    Ti ricordi quando sulla tua auto, mentre dalle terme andavamo a pranzo a casa tua mi raccontavi l'esempio del bicchiere che se tenuto in mano per troppo tempo , il braccio poi inizia a tremare e a cedere?? ogni tanto occorre lasciarlo su tavolo e poi riprenderlo..
    e hai bisogno anche uno stacco anche da noi che vogliamo suggerirti la strada migliore e magari non facciamo altro che ricordarti la brutta faccenda.
    sei l'artefice non la vittima delle tue scelte.
    Fai quello che vuoi, e lascia ciò che non ti piace..magari solo per un po', per capire che tu sei a decidere…
    Non mollare, ci sono grandi cose davanti a noi…
    Consiglio…cibi energetici, meglio dal mondo vegetale e mente positiva.
    Un abbraccio
    Claudio Keery…

    Mi piace

  7. torna indietro di qualche post ….

    QUI DAVANTI A ME CI SONO I MIEI BAMBINI CHE CON LA MAMMA STANNO GIOCANDO NELLA PISCINETTA. SONO LA MIA FONTE PIÙ IMPORTANTE DI GIOIA E FELICITÀ

    regrds

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: