18mq Il Mio Manuale di Vita

Sono un genitore consapevolmente imperfetto

Cari Xander e Kiki,

si, siamo la generazione dei genitori consapevoli. Quelli che hanno la consapevolezza di essere importantissimi nell’educazione e formazione sia caratteriale sia, e soprattutto, emotiva dei nostri figli, e questo è un gran casino.

Rispetto alle generazioni precedenti, adesso l’ambiente è più complesso a causa, o grazie, al benessere, alla tecnologia e ai nuovi strumenti di comunicazione e di relazione. Complessità amplificata dalla valanga di informazioni, pensieri, idee e ideologie che ci invadono il quotidiano.

Le generazioni prima di noi educavano replicando il modo con cui erano stati educati o rifiutando quel modello facendo il contrario. Le loro principali responsabilità nei confronti dei figli erano quelle di nutrirli, di vestirli, di mandarli a scuola o a lavorare e di educarli a seguire le regole, giuste o sbagliate che fossero. L’educazione emotiva era inconsapevole e si basava sull’abituare i figli a sopportare la sofferenza e il dolore. Il mezzo per farlo erano le punizione, anche corporee.

Noi vorremmo essere la generazione dei genitori del riscatto, quelli che non potendo dare più benessere materiale, cercano di compensare con un’educazione più profonda ed emotiva. Vorremmo non essere solo i vostri migliori genitori ma vorremmo essere anche i vostri migliori amici, i vostri migliori supporter, i vostri migliori coach, i vostri migliori esempi, i vostri migliori psicologi. I vostri migliori supereroi.

Noi siamo la generazione dei genitori che ha letto più libri in assoluto su come essere bravi genitori, su come educare i figli e su come renderli felici. Anzi siamo l’unica generazione fino ad ora che ha letto libri su come essere genitori.

Prima ad aiutare i genitori ci pensavano i nonni e ogni tanto il prete o il maresciallo dei carabinieri. Noi chiediamo consiglio agli amici, ai cugini, ai vicini di casa, ai genitori dei compagni di scuola dei nostri figlie, ai siti internet, alle psicologhe, ma raramente ai nostri genitori.

La conclusione dovrebbe essere che siamo genitori migliori dei nostri, invece ci siamo incasinati e sicuro non abbiamo migliorato di gran che la situazione.

Si, forse non usiamo più, o quasi più, le punizioni corporee e la violenza. Dall’altra parte non siamo più capaci di educare alle regole, al rispetto. Non siamo più capaci di educare all’attesa, all’ottenere prima di avere. Al fatto che non è un dramma avere meno cose degli altri. Non sappiamo più trasmettere il valore della scarsità e soprattuto della rinuncia, del guadagnarsi le cose. Non sappiamo dire di no, non sappiamo educare al rifiuto.

Ci siamo persi nella ricerca di essere genitori perfetti, nell’idea che i nostri figlia siamo al centro del mondo, soprattutto del mondo di tutti. Ci siamo persi, dimenticandoci che il nostro ruolo è quello di preparare i nostri figlia a sopravvivere nel modo. La legge base che ci guida da sempre. La legge della sopravvivenza della specie, che non è la legge della perfezione o del benessere della specie.

Ho deciso di scrivere questo post dopo che vi ho urlato oggi, dopo che mi sono sentito in colpa perché non vivo più con voi, dopo che vi ho fatto mangiare una pizza in una camera di un motel, dopo che vi ho fatto uscire sotto la pioggia e mi sono arrabbiato perché poi avevate i capelli bagnati. Dopo che mi sono reso conto di essere un genitore imperfetto.

Dopo che mi sono reso conto che però la vita è così “imperfetta” e forse non me la sto cavando malissimo.

Dopo che mi sono reso conto che se non sono un genitore perfetto, non posso pretendere di avere figli perfetti.

Cari Kiki e Xander siete la cosa più bella nella mia vita.

6 commenti su “Sono un genitore consapevolmente imperfetto

  1. evelina cavallera

    Ogni volta che ti leggo, mi fai emozionare. Grazie, anch’io come te sono una mamma imperfetta che si è letta centinaia di libri e ha partecipato a tanti percorsi di consapevolezza per essere un bravo genitore, con quale risultato? Non lo so, ma ce la sto mettendo tutta! Evelina

    Mi piace

  2. Mi fai sempre emozionare; anche io come te ho letto tanti libri per essere una brava mamma, anche io ho fatto tanti seminari per acquisire più consapevolezza, anche io non credo di essere una brava mamma, ma ci provo a esserlo, ce la metto tutta, cercare di insegnare ai miei figli ad ascoltare il proprio cuore, la sola cosa che conta. Grazie

    Mi piace

  3. È proprio l’imperfeziona che insegna la vita ai nostri figli. Accomoagnamola al amore. Pensate, sono cosi imperfetta che mi sto separando e ho tantissima paura, ma voglio che mia figlia impari a non sottomettersi come per 11 anni e poi alla fine la cattiva sono io, il mostro, perché il mio corpo non riesce più a sopportare. Auguri a tutti i genitori. Sono contenta quando sento genitori che riflettono sulla loro genitoriale e non sempre le stesse convinzioni meccaniche di tantissimi altri.

    Piace a 1 persona

    • Grazie per il commento e la condivisione di idee. Anche io mi sono separato 3 anni fa, fortunatamente la mia ex moglie è una persona speciale e insieme abbiamo capito che era meglio essere due genitori felici sotto due tetti diversi, che essere due genitori sempre arrabbiati, litigiosi e infelici sotto lo stesso tetto. Non è facile e fa tanta paura. Ti auguro di ritrovare la via della serenità e felicità. Il miglior modo, e io credo anche l’unico modo, per insegnare ai nostri figli a essere felici è quello di farlo attraverso l’esempio della nostra felicità.

      Mi piace

  4. Ho visto adesso che ho condiviso due volte il mio messaggio, confermo che era molto forte quello sentivo. ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: