18mq Economia Umana Il Mio Manuale di Vita

Valorizziamo i loro talenti, non formiamoli e basta

Mi ripeterò, ma anche oggi Gramellini mi ha dato la possibilità di riflettere, capire e mettere a fuoco.

In questo nuovo mondo anche la scuola, che ne è elemento cardine, deve evolversi.

Ho capito che lo scopo della scuola non deve più essere solo quello di formare i bambini, i ragazzi per la vita che li aspetta. La scuola deve valorizzare i bambini e i ragazzi. La scuola deve prima aiutare a trovare i valori positivi, i talenti dei nostri bambini e poi aiutarli a valorizzarli. Aiutarli a rendere i loro talenti valori per loro e per la società intera.

Oggi la formazione deve essere continua, deve accompagnarci per tutta la nostra vita. Non è più solo il momento scolare della nostra vita. La formazione non è più riservata alla scuola.

Lo scopo della scuola è cambiato, e la scuola deve cambiare.

Non è solo una questione del lavoro che faranno, delle competenze che serviranno per i lavori che verranno. È una questione di valorizzare le migliori capacità di ognuno per renderle il valore differenziante della loro realizzazione.

Dobbiamo agire tutti per un futuro migliore, dove ognuno di noi non sarà strumento, ma fine del suo agire. Dove ognuno di noi agirà per realizzare se stesso.

Abbiamo bisogno di una scuola che valorizzi e faccia crescere le differenze e non che cerchi di rendere tutti uguali.

Non abbiamo più bisogno di “forza lavoro”, per quello ci sono i robot, abbiamo bisogno di persone che abbiano trovato e sviluppato i loro talenti.

Lo so che le aziende hanno bisogno di più manodopera specializzata, lo so che l’Ocse dice che l’Italia ha uno dei più alti tassi di disallineamento fra le competenze che servono nel mercato del lavoro e quelle che hanno i nostri giovani, ma so anche che se ci fosse questo allineamento, avremmo solo spostato nel tempo il problema che nasce dal credere che la cosa giusta sia solo formare i nostri giovani, quando invece quello che dobbiamo fare è valorizzare i nostri giovani. Magari avremo meno aziende metalmeccaniche o di imbottigliamento d’acqua minerale, ma avremo sicuramente più persone felici e realizzate e quindi una società migliore.

0 commenti su “Valorizziamo i loro talenti, non formiamoli e basta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: