18mq Economia Umana Feliciani Il Mio Manuale di Vita

Le squadre di valore hanno i bagni puliti

Sette di mattina, arrivo in ufficio e vado in bagno a fare la pipì. Il bagno è sporco, ieri abbiamo avuto “ospiti” poco educati. Tiro l’acqua, mi lavo le mani, cerco il mocio e il secchio, metto i guanti, passo il pavimento, poi col disinfestante il WC. Mentre pulisco mi chiedo cosa passa nella testa delle persone che sporcano e non puliscono. Mi chiedo come fanno ad accettare che sia qualcun altro a pulire la loro pipi. Posso capire gli anziani, ma ieri c’erano persone giovani. Metto a posto tutto e vado nel mio ufficio di amministratore delegato.

Non è stata la prima volta, anche se spero sia l’ultima. La speranza non è quella di non trovare più il bagno sporco, ma quella che le persone abbiano rispetto per gli altri e per se.

Senza “ospiti”, il bagno del nostro ufficio rimaneva pulito. Anche questo era un elemento del nostro successo.

Rispettare gli altri: se fossi uscito da quel bagno senza pulirlo avrei dimostrato di non avere rispetto per chi ci sarebbe entrato dopo di me.

Alla base di una squadra di valore c’è il rispetto. Il rispetto delle persone fra di loro, nessuno ha più diritti o meno doveri degli altri. In una squadra di valore, tutti sono uguali nei diritti e nei doveri, in una squadra di valore le differenze sono nelle capacità, nei ruoli, nelle responsabilità e nei poteri. Non nei diritti e nei doveri. Tenere il bagno pulito è una chiara evidenza che c’è rispetto nella squadra. Se c’è rispetto tra le persone all’interno dell’azienda, ci sarà anche per quelle fuori, per i fornitori e per i clienti e si creeranno relazioni sane e durature. Elemento fondamentale alla base del successo di un’azienda.

Essere Esempio: se chiedo qualcosa agli altri, devo essere io il primo ad essere disposto a farla. L’esempio più forte si da nelle cose più umili, faticose e fastidiose. In quelle il leader fa vedere che veramente i diritti e i doveri sono uguali per tutta la squadra. Il leader deve essere il primo a sacrificarsi per il bene di tutti, per il bene della squadra.

Uguale fra gli uguali: Io non ero diverso dai miei collaboratori, avevo solo un ruolo diverso, con responsabilità e poteri diversi, e mia prima responsabilità era il benessere dei miei collaboratori. Se fossi uscito lasciando il bagno sporco non avrei dimostrato di tenere al loro benessere, di prendermi cura di loro.

Essere leader non vuol dire dover lavare i bagni del proprio ufficio, vuol dire avere rispetto per le persone e prendersi cura del loro benessere.

Come sono i bagno del tuo ufficio? Li hai mai puliti?

Non sono l’unico che la pensa così…

“Il vero successo in azienda comincia pulendo il bagno”

0 commenti su “Le squadre di valore hanno i bagni puliti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: